Accedi

Registrati



Giuria Biennale MArteLive 2019

SEZIONE ARTI VISIVE

Valentina Ferrari

Valentina Ferrari

Valentina Ferrari, nata a Roma del '91, é una curatrice che collabora con diverse gallerie e artisti sul territorio nazionale. Laureata in organizzazione e marketing, dopo un periodo nel settore corporate, decide di applicare le sue capacità organizzative al mercato dell'arte, creando collaborazioni tra artisti, gallerie e settori diversi al fine di aumentarne il giro di affari. Collabora da tre anni con Rome Art Week, di cui fa parte dello staff organizzativo e per cui quest'anno ha curato la mostra nella serata conclusiva della manifestazione. Ha diretto una delle sedi estive della Galleria Per Capita Arte Contemporanea a Capo Boi, Sardegna, e ha curato diverse mostre personali e collettive di artisti tra emergenti e consolidati. Nel 2018 avvia il progetto Open Museum, con la finalità di portare l'arte contemporanea in spazi pubblici, come ad esempio il Ponte della Musica a Roma, in occasione di ARE festival (Artist in Rome Experience) dove ha curato la mostra che ha lanciato il progetto. La sua ricerca curatoriale é orientata prevalentemente al coinvolgimento dell'osservatore, motivo per cui i suoi allestimenti sono fortemente orientati all'installazione.

Tina Zurlo

Tina-zurlo

TINA ZURLO. Laureata in Architettura, si avvale della sua complessa formazione per collaborare in un primo tempo con alcuni dei maggiori registi cinematografici e pubblicitari, dedicandosi alla costruzione di strutture architettoniche nell’ambito del cinema e della pubblicità innovativa. Crea eventi di prestigioso livello in location quali il Grand Hotel Parco dei Principi e il Rome Cavalieri Hilton, l’EX Spazio Etoile e le Scuderie di Palazzo Ruspoli e partecipa, insieme a sua sorella alla nascita del progetto Area Contesa Arte, Galleria Internazionale sita nella strada dedicata all’arte per antonomasia, via Margutta.

Teresa Zurlo

Sofia Baratta

TERESA M. ZURLO. Laureta in Lettere, usa nel corso degli anni la sua formazione culturale per creare prestigiosi eventi di antiquariato, fashion vintage ed arte nelle più eleganti e prestigiose location romane: tra queste sono da annoverare per importanza e posizione in quartieri centrali, il Grand Hotel Parco dei Principi e il Rome Cavalieri Hilton. Ultime location estremamente importanti per la posizione strategica sono state quelle dell’EX Spazio Etoile e delle Scuderie di Palazzo Ruspoli. Da circa 7 anni insieme a sua sorella, Concetta, ha deciso di dedicarsi completamente all’arte varando un nuovo progetto: nasce così la prestigiosa Galleria Internazionale Area Contesa Arte, sita nella strada dedicata all’arte per antonomasia, via Margutta.

Raffaella Salato

Raffaella SalatoRaffaella Salato, da sempre appassionata di arte e letteratura, lavora dal 2006 nel gruppo Fondazione Roma, prima presso l’istituzione originaria, in seguito presso la Fondazione Terzo Pilastro - Italia e Mediterraneo – che si occupa di promuovere i valori della cultura, dell’arte e della solidarietà nell’area del Mediterraneo – ricoprendo la mansione di Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne e della Promozione della Cultura al Sud. Accademica di merito dell’Accademia Angelico Costantiniana di Lettere, Arti e Scienze, dal 2016 è membro del Consiglio direttivo della stessa, con delega agli Affari culturali, occupandosi di curatela di eventi e mostre, anche per conto proprio. Molte riviste specializzate come Insideart, Artribune, ItaliaArtMagazine e altre hanno scritto sulle diverse mostre nazionali e estere da lei curate.

Penelope Filacchione

Penelope Filacchione

Penelope Filacchione ha studiato e vive a Roma. Unico caso noto di studentessa di Liceo Artistico su costrizione di una genitrice postsessantottina (la creatività si perde, latino e greco li potrai studiare da grande), si è ripresa in tempo per riuscire a fare Lettere come voleva all’università e a specializzarsi nel settore. Con la presunzione che solo un diciottenne può avere, si è imbarcata in un piano di studi sistematico dall’antichità ai nostri giorni e ha chiesto la tesi prima di capire che i nostri giorni le piacevano parecchio. Si è così specializzata in argomento antichistico, lo ho amato e lo ama, ma ha capito che tutto sommato nella vita c’è anche altro oltre a chiedersi “quanti angeli danzano sulla capocchia di uno spillo” (Tom Wolfe – The painted word). Si nutre di studenti universitari. Eterna precaria dell’insegnamento, insiste testardamente perché gli studenti, le loro domande, le loro resistenze e perfino le loro apatie, sono il cibo dell’anima, lo sprone, la ragione per andare avanti ancora un giorno, per trovare un modo inedito di raccontare l’arte. Nel fenomeno tutto romano dell’associazionismo culturale a oltranza ha sviluppato l’abilità parallela di rivolgersi a qualunque uditorio da zero a novant’anni, raccontando arte e artisti a chiunque abbia la voglia di stare a sentirla. Hanno detto di lei che guarda il mondo dal basso verso l’alto (per la piccola statura), ma è come se lo guardasse dall’alto verso il basso: ne è fiera, perché si guadagna ogni giorno il suo spazio in un mondo di giganti, forse in maniera poco sistematica, ma sempre cercando di metterci il cuore e l’intelligenza, possibilmente senza calpestare nessuno. Se cercate su internet, trovate il suo lavoro universitario, qui la sua vita con gli artisti. Insegna storia dell’arte presso le Scuole d’Arti e Mestieri di Roma Capitale, è titolare della cattedra di Archeologia e Storia dell’Arte presso la Università Pontificia Salesiana, è docente nei master di valorizzazione dei Beni Culturali presso la Link Campus University. Dopo una quasi trentennale esperienza con le associazioni culturali, ha trovato un suo canale nel fenomeno vivo della Street Art, curando laboratori didattici per le scuole elementari e medie del XII Municipio di Roma insieme all’associazione OfficinArte e all’associazione di quartiere Monteverde Attiva. Dal 2015 ha iniziato una attività di cura e comunicazione di mostre presso diverse istituzioni e gallerie, come la Tri Mission Art Gallery, la Galleria Ellebi di Cosenza, la Link Campus University. Durante la Rome Art Week 2018, per la Link Campus University ha curato tra l’altro la mostra “Chiara Pasqualotto – Morfologie musicali”: i dipinti dell’artista, connessi alle teorie emozionali e musicali di Kandinsky, sono stati utilizzati come spartiti cromatici insieme ai pianoforti che ai primi del Novecento venivano utilizzati per l’educazione dei “poveri ciechi”, residenti nell’Istituto Romagnoli oggi sede del campus universitario. Ha ideato e cura il progetto “Natale in Arte – perché regalando un’opera d’arte si è felici in tre” mostra mercato di affordable art in contesto non istituzionale rivolta a un pubblico non abituato ad acquistare arte. Dopo la prima edizione “generalista” e la seconda dedicata all’incisione e grafica, la terza edizione si è svolta a Dicembre 2018. Dal titolo “2D/3D” ha esplorato le relazioni possibili tra fotografia e scultura generate dalla percezione del pubblico intesa come quarta dimensione. Da poco ha fondato l’Associazione no profit “Art Sharing Roma” finalizzata alla condivisione dell’arte tra artisti e tra artisti e pubblico: per realizzare gli obiettivi dell’associazione ha aperto la galleria-laboratorio “ArtSharing lab&gallery” a Roma (Monteverde).

Michele Cirillo

Michele Cirillo

Classe 1988, Michele Cirillo è un fotoreporter indipendente e docente di fotografia.
Negli ultimi sei anni il suo interesse per il racconto fotografico si è focalizzato sui temi dei diritti umani, dell’identità e dei cambiamenti geopolitici degli ultimi anni prediligendo i soggetti che vivono in zone di conflitto e che fanno parte di minoranze etniche o culturali.

Ha viaggiato in paesi come Messico, Ecuador, Tanzania, Kurdistan, Libano, Bosnia e Palestina, è stato fotografo per diversi progetti europei, ha lavorato per Croce Rossa Italiana, Comitato 3 Ottobre e collabora con diverse redazioni italiane e internazionali.

Luisa Briganti

Luisa Briganti

Luisa Briganti. Scatta fotografie e stampa da oltre 20 anni ed è responsabile e direttrice didattica  del Centro Sperimentale di Fotografia Adams (CSF Adams), nel quale è anche docente dei Master di Fotografia Generale e Reportage, nonché, grazie alla predilezione per la fotografia analogica, dei corsi di “Antiche Tecniche di Stampa” e “Camera Oscura”. Ha al suo attivo innumerevoli mostre, le più importanti: “Assolo metropolitano – i pendolari di quartiere dopo l’11 settembre” esposta in occasione della “Settimana della Cultura Italiana” del 2004 presso l’Università di Pechino, “I luoghi della memoria – omaggio a Pierpaolo Pasolini” all’interno di Fotografia – Festival Internazionale di Roma, edizione 2006, e “Passo a due – Avvinghiati giunge l’estasi”, presentato durante il Prague Photo 2016, e nel Gennaio 2017 alla  TAG – Tevere Art Gallery di Roma.  Diverse opere tratte da “Passo a due” sono state selezionate per partecipare a due importanti mostre collettive quali, nel Febbraio 2017 “Motion” della Ph21 Gallery di Budapest, e “Woman’s essence” a Parigi. Il suo progetto fotografico “Annuska” viene esposto durante il Prague Photo 2017. Dal 2008 cura e organizza cascinafarsettiArt – fotografia e non solo –  la kermesse organizzata dal Centro Sperimentale di Fotografia nella splendida cornice del Parco di Villa Pamphili di Roma. Nel 2012/2013 ha realizzato un progetto in collaborazione degli allievi del CSF Adams, in occasione dell’evento di arte partecipata “Rebirth Day – Il giorno della rinascita” a cura di Michelangelo Pistoletto. E’ promotrice di allievi che si sono distinti per talento e tenacia, ha curato per questi ultimi diverse mostre e progetti fotografici, riuscendo, per la prima volta quest’anno, ad offrire la possibilità di residenze artistiche presso il CSF Adams a sostegno della creatività dei giovani esordienti.

Leonardo Lanna

Leonardo Lanna

Leonardo Lanna è un graphic designer. Ha conseguito il diploma in grafica presso l’Istituto “Federico Cesi” a Roma. Nel 2017 si è laureato in Studi orientali alle arti grafiche, presso la Rome University of Fine Arts (RUFA). Attualmente sta lavorando nel team di TWM Factory come grafico ed Editor per The Walkman Magazine (design, grafica, arte, musica e food). 

Ilaria Giacobbi

Ilaria Giacobbi

Ilaria Giacobbi, curatore e storico dell’arte, nasce a Roma nel 1981, consegue la Laurea in Lettere & Filosofia con specializzazione curriculare in Scienze dei Beni Storico Artistici, Cinematografici, Musicali e Teatrali presso la facoltà degli studi di Siena, con una Tesi in “metodologia della ricerca sullo spettacolo teatrale” dal titolo Kaos. Una cattedrale di celluloide per Pirandello.

Docente di materie umanistiche, attualmente prosegue gli studi di ricerca magistrale in Storia dell’Arte presso il DISPOC (Università degli studi di Siena) 

Presidente dell’Associazione che tutela i Sanpietrini come patrimonio storico artistico della Capitale, è autrice della petizione SAFEGUARDING OF THE INTANGIBLE CULTURAL HERITAGE per la tutela del mestiere del posatore di selci e del sampietrino stesso.

Cura per Morsi d’Arte, dal 2015 al 2018, importanti progetti Artisti tra cui la tappa per la Regione Sardegna della XII Biennale di Roma.

 

Art Director del Blog di Arte 27, ruedefleurus gestisce il collettivo 2(be)Art con cui ha presentato la prima edizione de Mostra Internazionale Regione Sardegna. 

 

Selezionata e accredita dal Rome Art Week attualmente cura la direzione artistica del NVMEN ART GALLERY ed é responsabile di Bauhaus Home Gallery (spazio espositivo accreditato Rome Art Week 2018/2019). Scrive e collabora con riviste di settore.

Guenda Bianca Riccio Della Noce

Guenda riccio

Guenda Bianca Riccio Dalla Noce. Nata Roma da una famiglia di artisti che negli anni 70 vive tra Via Margutta, Piazza di Spagna e piazza Navona. Figlia d'arte e completamente immersa in un ambiente creativo e stimolante, inizia la collaborazione con il settimanale "Roma di Roma", testata di arte, opinione e informazione fondata dal padre Sabino Riccio nel 92'.  In questo ambito, accresce così in maniera esponenziale il suo interesse per Il movimento internazionale della "street art". Oggi lavora e collabora con la casa d'asta Babuino e con l'organizzazione per i diritti umani "Children for children Italia Onlus" in veste di consigliera. 

Federica Fabrizi

Anton Giulio Onofri

Federica Fabrizi, storica dell’arte, curatore d’arte e perito ed esperto d’arte, è nata il 12 ottobre 1986 a Roma. Si laurea con vecchio ordinamento presso l’Università “La Sapienza” in storia dell’arte ed ha poi conseguito, con il massimo dei voti, la laurea magistrale in storia dell’arte contemporanea. Infine si è specializzata a Roma con tre Master post-lauream: il master di 1° livello come “Curatore d’arte e organizzatore di eventi culturali”, il master di 2° livello in “Attribuzioni e valutazioni d’arte” e il master di 2° livello “Valutazione economica dei Beni Culturali”. Per migliorare e perfezionare la lingua inglese ha frequentato la British School arrivando fino al livello (CAE) C1.

Attualmente Federica sta collaborando con la Galleria Art GAP e l’Associazione ASREA (Associazione per il Supporto delle Relazioni Europee e Arabe) dove si occupa dell’organizzazione di mostre ed eventi, dell’ufficio stampa ed è editor delle pagine dei principali Social Network di entrambe. Inoltre è Perito ed Esperto d’Arte presso la Camera di Commercio di Roma (Categoria XXIV- Antichità e Belle Arti; Sub-Categoria 003 – Pittura e Scultura moderna e contemporanea).

Cecilia Paolini

Anton Giulio Onofri

Cecilia Paolini. Dopo essersi laureata con lode in Lettere presso l’Università “Sapienza” di Roma, è stata ammessa alla Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte Medievale e Moderna presso la stessa Università, ottenendo in corso il Diploma cum laude. A seguito di un progetto di ricerca sulla ritrattistica rubensiana, condotto in collaborazione con il museo “Hallie Ford” dell’Università “Willamette” di Salem (Oregon – U.S.A.), nel 2014 è stata ammessa al programma di Dottorato in Storia dell’Arte Moderna presso l’Università “Sapienza” di Roma, conseguendo il titolo nell’anno 2016/2017. Cecilia Paolini è curatore della collezione d’arte della famiglia Bernini, è stata consulente per la conservazione del patrimonio culturale di EUR S.p.a. di Roma e del Ministero dell’Interno (Polizia di Stato). Nel 2011 ottiene la nomina di CTU per i manufatti d’arte Antica, Moderna e Contemporanea presso il Tribunale di Velletri (RM). Attualmente responsabile della galleria ART G.A.P., Modern  Contemporary Art, a Roma.

Cecilia Cicci

Anton Giulio Onofri

Cecilia Cicci, specialista gestionale per i Beni Culturali, curatrice, fotografa. Laureata nel quadriennio di "Decorazione" con il Prof. Giovanni Albanese, successivamente si specializza nel biennio di "Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Contemporaneo" con la Prof.ssa Ada Zaccone, presso l'Accademia di Belle Arti di Roma. Da sempre il suo interesse è rivolto nella ricerca storico-artistica della sua città natale, Terracina, alla quale dedicherà le due tesi di laurea dal titolo: "Comunicazione e Valorizzazione di un'opera d'arte, il Capitolium di Terracina" e "Palazzo Braschi di Terracina, ricostruzione storica e progetto museale". Dal 2012 al 2014 collabora con la BSAE - Sovrintendenza dei Beni Archeologici ed Entro-antropologici del Lazio - al progetto di ricerca dati ed elaborazione didascalie per l'Abbazia di Farfa (RI) e la Cattedrale di San Lorenzo di Tivoli. Si specializza in un Master di II livello per "Curatore museale e di eventi di arte contemporanea e arti per lo spettacolo" presso lo IED - Istituto Europeo di Design. Curatrice di mostre collettive e personali di artisti storicizzati ed emergenti presso 'The Box Art Gallery' - Roma e 'Art Expertise' - Firenze. Nel 2016 collabora con Festarte - Video Art Festival - alla VI edizione: "Global Migration, la diversità non distrugge". Dal 2016 al 2018 è autrice e fotografa di Roma Italia Lab - open megazine di approfondimento culturale su Roma: specializzandosi in fotografia, ha intervistato alcuni tra i fotografi più importanti contemporanei: Claudio Palmisano, Stefano Cerio, Luigi Orru, Danilo Garcia Di Meo; come media partner, è stata la responsabile di FotoLeggendo 2017/2018 (a cura di Officine Fotografiche Roma) Ha seguito vari corsi e workshop di fotografia, facendone una sua passione e metodo di ricerca e approfondimento.

Augusto Marcello Mazzotta

Anton Giulio Onofri

AUGUSTO MARCELLO MAZZOTTA si è laureato in Architettura presso Sapienza Università di Roma; dopo un primo periodo di collaborazione in alcuni studi di architettura, negli anni novanta inizia la sua esperienza nel campo del restauro e della museografia lavorando nelle aree archeologiche di Policoro e Pompei per approdare in seguito al tema delle ricomposizioni e ricostruzioni museografiche lavorando alla ricomposizione della statua bronzea attribuita a Germanico e conservata presso il Museo Archeologico di Amelia. Collabora alla progettazione di numerose mostre in Italia e in particolare in Germania presso la KAH di Bonn. Fondatore e Presidente del consorzio Artesistemi, raggruppando importanti imprese romane con specifica vocazione nell’allestimento di mostre, progetta e realizza interventi tra cui la ricomposizione dell’ordine attico dei portici del Foro di Augusto presentato presso il Martin Gropius Bau di Berlino. Come presidente di Artesistemi, si aggiudica inoltre la gara per la costituzione e l’allestimento del Museo dei Fori Imperiali caratterizzato, in particolare, da numerose ricostruzioni realizzate per l’occasione. Attualmente collabora con la Galleria Art G.A.P. come docente di museografia e progettista di allestimenti ed eventi e con la Facoltà di Architettura nei corsi di progettazione architettonica.

Antonella Sciarra

Anton Giulio Onofri

Antonella Sciarra è sociologa, giornalista e fondatrice di Alinea, collettivo che si occupa di eventi artistici, sociali e culturali. Dopo la laurea in Scienze Sociali è stata ricercatrice universitaria nell’ambito dei sistemi applicati ai processi creativi, con produzioni incentrate sull’arte pubblica e contemporanea. Ha partecipato all’organizzazione di manifestazioni quali il Festival di Arte Pubblica Art-on di Cascina (Pisa) e RGB Light Experience, il primo festival urbano di light art, installazioni luminose e video mapping di Roma. Con Alinea ha dato vita ad eventi quali Nimbus-mostra mercato dell’immaginario eStrega Off, e a collaborazioni e partnership con l’agenzia Bacteria e la galleria Uovo alla Pop di Livorno.

Anna Gorchakovskaya

Anna Gorchakovskaya

Anna Gorchakovskaya è una storica dell’arte, ricercatrice e traduttrice indipendente di base a Roma. Dopo essersi laureata in Arti Visive all’Università degli Studi di Bologna, è stata Assistant Events Coordinator alla Peggy Guggenheim Collection di Venezia. Nel 2016 ha iniziato la collaborazione con la galleria Adiacenze (Bologna), per la quale si occupa di promozione, marketing, partnership e progetti con realtà nazionali e internazionali. Dal 2017 scrive regolarmente per Digicult, piattaforma internazionale che osserva l’impatto delle tecnologie digitali e della scienza sull’arte, il design e la cultura contemporanea. Nel 2018 ha partecipato all’organizzazione del festival Women Out of Joint alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea e al coordinamento editoriale e redazionale della rivista omonima. La sua ricerca è focalizzata principalmente sul legame tra arte, genere e nuove tecnologie.

Alessia Benanni

Alessia Benanni

ALESSIA BENANNI, architetto - Phd Settore scientifico ICAR/17 DISEGNO Scienza della Rappresentazione e del Rilievo  Sapienza Roma. Esperto Internazionale del Colore riconosciuto dal 2005 all' UIA di Istanbul XXII World Congress of Architecture; Docente a Contratto dal 2003 al 2013 Sapienza Università di Roma Facoltà di Architettura. Dal 2013, vive in Francia a Parigi, dove sviluppa progetti culturali, organizza e cura eventi espositivi che hanno come comune denominatore l'architettura, l'arte, l'identità e i temi etici collegati all'ambiente volti a divulgare la cultura, le professionalità, le eccellenze, la creatività italiana e il made in Italy; è stato corrispondente della rivista e del progetto XY digitale, coordinatore per L'Ordine degli Architetti Paesaggisti Pianificatori e Conservatori di Roma e Provincia a Parigi. Svolge consulenze sul Colore per enti privati pubblici e per colleghi architetti e Ingegneri, per contract di strutture ricettive. Dirige team per Rilievi Architettonici e topografici di terreni e di edifici pubblici e privati è Project Manager nelle ristrutturazioni edilizie in particolare nella Riqualificazione energetica e adeguamenti Normativi degli Impianti in edifici Storici vincolati. 

Alberto Dambruoso

Alberto Dambruoso

Alberto Dambruoso è uno storico dell'arte, professore di Storia dell'Arte presso l'Accademia di Belle Arti di Foggia, critico e curatore indipendente d'arte contemporanea, con base a Roma da più di dieci anni. Ha studiato Storia dell'Arte alla Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali della Tuscia (VT), specializzato in Gestion du Patrimoine Francais et Europeen alla Sorbona di Parigi e ha ricevuto l'abilitazione all'insegnamento di Storia dell'Arte presso l'Università Ca' Foscari di Venezia.
Come assistente del Professor Maurizio Calvesi, Dambruoso ha curato diverse mostre sugli anni Sessanta in Italia e sta attualmente conducendo un progetto di ricerca assegnatogli dal Premio Balzan che prevede la realizzazione del nuovo catalogo generale dell'opera di Umberto Boccioni. Agli inizi del 2010, Dambruoso ha creato "I Martedì Critici", serie di incontri-dibattito tra artisti, critici e pubblico con cadenza settimanale.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie Leggi l'informativa.