Giuria Biennale MArteLive 2021

SEZIONE CINEMA

Andrea Piantoni

Vincenzo Madaro

Andrea Piantoni, studia sceneggiatura all’EICTV – Escuela Internacional de Cine y TV di Cuba. Lavora in Roma Lazio Film Commission dal 2016, nel settore dell’assistenza alle produzioni e alle location. Precedentemente ha lavorato nel teatro di figura per ragazzi con la Compagnia Mangiafuoco.

Vincenzo Madaro

Vincenzo Madaro

Vincenzo Madaro, laureato in Scienze Politiche e specializzato in management ambientale. Cresciuto con la passione del cinema, è uno dei fondatori de Il Serraglio, associazione no profit organizzatrice di Vicoli Corti_Cinema di Periferia, giunto alla 14^ edizione, del quale è Direttore Artistico. Si occupa anche di progetti scolastici come CinemAscuola, rassegne, cineforum tematici e laboratori didattici per gli studenti di ogni ordine e grado. 

Tania Innamorati

Tania Innamorati

Tania Innamorati è laureata in Dams, diplomata presso il Centro Sperimentale di Cinematografia e ha conseguito un Master in comunicazione presso l’Università per Stranieri di Perugia e un Master in Scrittura Creativa alla Scuola Holden di Torino. Dopo aver seguito la produzione di diversi programmi televisivi per La7 e successivamente per TV2000, crea la piattaforma Cineama.it: community online per appassionati di cinema finalizzata alla produzione e distribuzione di film indipendenti grazie alle pratiche partecipative della rete, premiata come Miglior Progetto Pilota in Europa da Media nel 2013. Da circa 10 anni organizza il 48 Hour Film Project Roma, dal 2013 con l’associazione Le Bestevem di cui è Presidente. Parallelamente scrive, dirige e produce progetti propri. Ha all’attivo il cortometraggio Eve Al Desnudo, selezionato al Festival di Cannes 2015 nella sezione Short Film Corner; Vale la pena (solo scritto e prodotto) che sta riscuotendo successi in diversi festival internazionali ed è in post produzione con il mockumentary Il Mai Nato, premiato al Solinas Web Series 2016 con una Menzione Speciale. Saltuariamente scrive di cinema e teatro per Il Fatto Quotidiano.

Sofia Baratta

Sofia Baratta

Sofia Baratta ha una personalità poliedrica ed è appassionata per le arti visive in generale, forse per  il cinema ha una particolare fascinazione.

Il suo primo rapporto con la settima arte risale al 1998 con il film d’animazione “La gabbianella e il gatto”, in cui diede la voce alla gabbianella neonata.

Attualmente gestisce i sistemi di proiezione delle sale cinematografiche, è nell’organizzazione degli Eventi Speciali e dei Festival che vengono ospitati dal Nuovo Cinema Aquila, ed è membro della giuria del Free Aquila. 

Dal 2015 è socia fondatrice dell’Associazione Culturale Le Moscerine, con cui ha realizzato attività creativo/formative per bambini. Particolare rilievo per la sua formazione  ha avuto la conduzione di un laboratorio teatrale sulla dislessia, sempre per bambini

Per gli stessi passato ha condotto laboratori di attività didattico/audiovisive  e un corso di arti visive (cinema e fotografia) .Sofia è stata anche assistente di produzione presso la società Etabeta di Roma.Nel 2014  ha fatto uno stage in tecniche d’animazione per bambini presso La Lanterna Magica di Torino.

Simone Isola

simone isolaSimone Isola (Pontecorvo, 1982) è dottore di ricerca in cinema italiano e diplomato in Produzione presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Socio fondatore della società di produzione Kimerafilm srl, ha contribuito alla realizzazione di opere cinematografiche indipendenti come Et in terra pax di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini, La mia classe di Daniele Gaglianone, Bertolucci on Bertolucci di Luca Guadagnino e Non essere cattivo di Claudio Caligari. Alfredo Bini, ospite inatteso è il suo primo lungometraggio da regista. Nel 2019 Firma a quattro mani con Fausto Trombetta, la regia del documentario Se C’è Un Aldilà Sono Fottuto. Vita E Cinema Di Claudio Caligari, presentato alla 76. Mostra del Cinema di Venezia.Sempre nello stesso anno firma come regista e autore, insieme a Marco Spagnoli, il documentario Una Famiglia Italiana, in cui è raccontata la storia di successo e di coraggio del produttore Vittorio Checchi Gori. Il lungometraggio è stato presentato  durante la 14esima edizione della Festa del Cinema di Roma.

Miriam Bocchino

Miriam Bocchino

Miriam Bocchino nasce nel gennaio del 1990. Consegue nel 2012 la Laurea triennale in Comunicazione e DAMS (discipline delle arti, della musica e dello spettacolo) e nel 2014 la Laurea magistrale in Management e Comunicazione d’Impresa, indirizzo Pubblicità e Marketing. Al termine del percorso accademico vince il bando per partecipare al Corso di Alta Formazione in Dematerializzazione Sicura che termina nel 2016 con il conseguimento della specializzazione. 

Nel febbraio 2017 fonda la webzine Different Magazine (https://www.differentmagazine.it/), la quale diveniene in poco tempo una realtà importante del panorama artistico, culturale e letterario italiano. Nel corso del tempo, grazie alla webzine, Miriam Bocchino collabora con le più importanti case editrici italiane e partecipa ai principali eventi artistici, quali Festa del Cinema di Roma, Festa del Cinema di Venezia, Eurovision Song Contest, Pitti Uomo, Roma Fashion White, Roma Fringe Festival (per quest’ultimo svolge il ruolo di giurata) oltre ad ottenere gli accrediti per i principali teatri ed eventi italiani, nel settore cinema, moda, musica, teatro e arte.

Dal mese di febbraio 2017, in parallelo con l’attività di Blogger, collabora con il Teatro Ivelise occupandosi dell’ufficio stampa e del coordinamento didattico. 

Nel settembre 2018 crea “L’Altrove Ufficio Stampa” (https://www.laltroveufficiostampa.it/): decide di divenire una libera professionista e di mettere autonomamente in campo le conoscenze apprese durante gli anni lavorativi. 

Parallelamente all’attività di Blogger e Ufficio Stampa, svolge il lavoro di Social Media Manager in festival cinematografici.

Nel mese di ottobre 2019 ottiene il “Premio Speciale per la Comunicazione del Festival Internazionale di Montecatini Terme” (il festival di cortometraggi più antico d’Europa). 

Marco Giusti

Marco GiustiMarco Giusti è un critico cinematografico, saggista, autore televisivo e regista italiano.
Ha realizzato diversi programmi televisivi, tra cui Blob, Blobcartoon, Fuori orario, La situazione comica, Carosello, Scirocco, Orgoglio coatto, Fenomeni, Matinée, Soirée, Cocktail d’amore, Stracult e Base Luna. Nel 1974 è tra i fondatori della rivista Il Falcone Maltese assieme a Teo Mora ed Enrico Ghezzi. Nel 1996 ha curato la mostra su Carosello per la Triennale di Milano, nel 2004 la retrospettiva Italian kings of the B’s – Storia segreta del cinema italiano per la Mostra del cinema di Venezia, per la quale cura anche, nel 2007, la rassegna sul western all’italiana e nel 2010 la retrospettiva La situazione comica.
Tra i numerosi saggi da lui scritti si ricordano quelli dedicati alla storia di Carosello e le biografie di Moana Pozzi, Stan Laurel e Oliver Hardy, Roberto Benigni e Totò. Collabora da molti anni con L’Espresso e Il manifesto. È genero dell’ex ministro repubblicano Oscar Mammì[1], avendone sposato la figlia Alessandra, critica cinematografica de L’Espresso. È riconosciuto il suo modo di parlare per via della sua balbuzie.

Joana De Freitas Ginori

Joana De Freitas Ginori

Joana de Freitas Ginori è una produttrice documentarista indipendente nata a Brasilia e cresciuta a Roma. Vive periodi in America Latina, realizza “ Wangki- il Silenzio delle Sirene” ( Italia/Nicaragua 2014) e Fuoricampo (Italia 2018), collaborando in diverse altre opere. Parallelamente porta avanti il lavoro di curatrice e organizzatrice di festival e rassegne cinematografiche tra cui spicca L’Isola del Cinema (Isola Tiberina – Roma). Dal 2016 fa parte del collettivo Melkanaa di autori e attivisti del settore audiovisivo.

Giulio Mezza

Giulio Mezza

Giulio Mezza (attore) nasce a Roma nel 1993 e si diploma in recitazione al Teatro Stabile di Genova. Ha preso parte a diversi spettacoli prodotti dal teatro di Genova, nell’ultimo anno lo abbiamo visto nella serie tv “Il Cacciatore” e al cinema nel film “Domani è un altro giorno”. Sempre nell’ultimo anno ha scritto, diretto ed interpretato lo spettacolo “F. Scott Fitzgerald: Il mio miglior fallimento”.

Valentina Valente

Valentina Valente

Valentina Valente (L’Aquila, 1982) è fotografa e storica del cinema. È dottore di ricerca (PhD) in Storia e Critica dei Beni Artistici Musicali e dello Spettacolo all’Università di Padova. È stata docente a contratto di Gestione degli archivi cinematograficie Teorie del Cinema presso l’Università La Sapienza di Roma dove attualmente tiene un laboratorio di fotografia. È autrice del libro Suspiria e Dintorni.  Intervista a Luciano Tovoli (con Piercesare Stagni) , curatrice del volume From Sensation to Synaesthesia in Film and New Media (con Rossella Catanese e Francesca Scotti Lavina),   Ascoltare il cinema. Studi sul suono nel film (con Mauro Di Donato), e degli atti di convegno Arte fra vero e falso (con Mattia Vinco e Chiara Costa). Ha realizzato diverse pubblicazioni e interventi a convegni su autori come Jean-Luc Godard, Alain Resnais, Chris Marker, Alain Robbe-Grillet, Stanely Kubrick e Wim Wenders, saggi teorici sul cinema (teorie futuriste, cinema e filosofia) e sulle serie televisive. Ha partecipato a conferenze e seminari accademici e curato convegni per l’Università di Padova, l’Università La Sapienza di Roma e NECS – European Network for Cinema and Media Studies.

Gaia Siria Meloni

Gaia Siria Meloni

Gaia Siria Meloni nasce a Roma nel 1990. Appena diplomata inizia un periodo di formazione presso il Nuovo Cinema Aquila di Roma conseguendo contestualmente una Laurea Magistrale in Scienze Sociali Applicate presso “La Sapienza” Università degli Studi di Roma. Si trasferisce a Milano dove consegue il diploma da Documentarista presso la Civica Scuola di Cinema “Luchino Visconti”.

Ha realizzato un cortometraggio selezionato in prestigiosi festival ed è attualmente impegnata in due ulteriori documentari. 

Lavora presso il Nuovo Cinema Aquila come operatrice culturale polifunzionale, organizzatrice e giurata alla prima edizione del “Free Aquila Festival” e addetta alla comunicazione social.

Damiano Garofalo

Damiano Garofalo

Damiano Garofalo è ricercatore presso la Sapienza Università di Roma, dove insegna Storia del cinema e Storia della televisione. Dopo aver conseguito il dottorato presso l’Università di Padova, è stato assegnista di ricerca presso l’Università Cattolica di Milano. Ha pubblicato diversi articoli e saggi sulla storia sociale e culturale della televisione italiana, sulla storia del cinema italiano in una prospettiva di audience e reception studies, sulla circolazione e la distribuzione del cinema italiano all’estero.

Anton Giulio Onofri

Anton Giulio Onofri

Anton Giulio Onofri, romano, classe 1959, è  scrittore di romanzi,critico cinematografico, autore e regista di programmi televisivi  Rai,e di film documentari su arte, musica, cinema e libri. Ogni domenica è in onda su SKY Classica, con “La classica domanda”, da lui ideato e diretto.

Giuseppe Casa

Anton Giulio Onofri

Giuseppe Casa, Musicista polistrumentista e, sin da giovanissimo, organizzatore di eventi, dopo essersi trasferito a Roma, nel 2000 fonda la Procult, l’associazione che dal 2001 organizza il MArteLive.

Marco Cicolini

Anton Giulio Onofri

Marco Cicolini lavora e vive nel mondo della cultura; da tre anni è Direttore Artistico di Artinvita – Festival Internazionale degli Abruzzi, festival diffuso di arti contemporanee che si svolge ogni anno in Abruzzo, del quale è ideatore in collaborazione con Thèatre de Léthé à Paris. Collabora con il Balkan Film Food Festival per la diffusione del cinema Balcanico in Europa e con MArteLive cura vari progetti speciali e il coordinamento del Concorso Biennale.

Alessio Arena

Alessio Arena è nato a Palermo il 12 ottobre 1996. Nel 2018 si  è laureato in Lettere presso l’Università degli Studi di Palermo. Dal 2018 conduce «La biblioteca di Babele», rubrica di lingua e cultura italiana trasmessa dalla Radio Nazionale argentina. Dal 2019 è cultore della materia presso l’Accademia di Belle Arti di Palermo. Dal 2018 è collaboratore della sezione «lingua italiana» della Treccani. Dal 2018 è Ambasciatore del C. P. Per il Club per l’Unesco di Matera attraverso il progetto «Distributori di Poesia». Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale tra cui nel 2016 il I Premio Internazionale «Salvatore Quasimodo», nel 2018 il Premio «Virgilio Giordano» e il Premio «Italia Giovane» a Roma e nel 2019 il Premio Internazionale della World Poetry Conference in India. È curatore della collana di poesia contemporanea “Metro” per la casa editrice Edity. Ha pubblicato in numerose riviste e antologie poesie e articoli scientifici e divulgativi di argomento letterario, artistico, teatrale, linguistico e storico. Ha pubblicato, fino ad oggi, sei libri: cinque raccolte di poesie e un saggio. Alcune sue opere sono state tradotte in spagnolo e in arabo.

Cristina Borsatti

Cristina Borsatti

Cristina Borsatti, giornalista cinematografica e scrittrice, ha lavorato per radio, tv e carta stampata.

Ha collaborato con numerosi quotidiani e riviste (tra cui Film Tv, Il Manifesto, Il Piccolo, La Rivista del Cinematografo) e tra i volumi pubblicati ci sono Roberto Benigni (Il Castoro), Il remake. Il cinema degli ultracorpi (Revolver), I grandi incipit del cinema. La chiave d’ingresso del film e I grandi finali al cinema. Figure della fine (DeAgostini), Scrivere per il cinema e la televisione e Scrivere sceneggiature. Dal grande al piccolo schermo (Editrice Bibliografica).

Story editor e sceneggiatrice (per Rai Due il factual Lo Squadrone. Cacciatori di Calabria e per il cinema La notte più lunga dell’anno di Simone Aleandri) ha collaborato alla stesura di centinaia di sceneggiature in veste di script doctor.

Insegna sceneggiatura presso l’Accademia di Cinema e Televisione Griffith di Roma.

Produttrice, nel 2020 ha fondato a Roma la Wuman Visions Productions, una casa di produzione tutta composta da donne, attualmente impegnata nella produzione di documentari.

Silvia Giulietti

Silvia Giulietti is a Director, Producer and Director of Photography. She has worked with many International Film Makers and acquired her skills in Cinecittà in Rome. Today she Produces and Directs Documentaries, Commercials, and Develops international projects. She divides her time between London and Rome.

Rossana Quarta

Direttore Didattico di A.A.N.T., Accademia delle Arti e Nuove Tecnologie in Roma. La sua formazione, a partire da una base di studi classici, si orienta alla comunicazione visiva cominciando da studi di Graphic Design presso l’Istituto Europeo di Design (IED) di Roma e l’Istituto Internazionale di Comunicazione e Immagine (ICEI MULTIMEDIA gruppo Olivetti) – dove per un periodo è assistente didattico del prof. Franco Zeri, coordinatore del dipartimento di Grafica e Computer Grafica, e completandosi con seminari sulla comunicazione per l’infanzia e con master per l’approfondimento delle tecnologie digitali per la televisione. Le esperienze professionali si specializzano via via nell’editoria libraria e nella comunicazione di eventi. Tra le esperienze professionali si segnalano, tra le altre: socio fondatore e direttore creativo della casa editrice I colori del mondo e della società di servizi editoriali e organizzazione eventi Leggermente (Napoli). A tali attività si affianca, a partire dal 2003, l’attività didattica.

Maurizio Boco

Batterista da anni impegnato nella didattica fonda nel 2006 la “Fonderia delle Arti” una struttura polifunzionale nell’ambito della formazione e della produzione che unisce musica, teatro, cinema e fotografia in un unico contesto situato a poca distanza dal centro di Roma in Via Assisi 31.
Ha fatto parte del corpo docente dell’Università della Musica di Roma per circa tredici anni prima come docente di Batteria e Storia del Rock poi come Direttore Didattico della scuola dal 2001 al 2005.
Inizia nel 1984 la professione di turnista collaborando con artisti come Locasciulli, Amii Stewart, Formula Tre, Patty Pravo, Massimo Di Cataldo, Albano & Romina, Bobby Solo. Partecipa in veste di batterista all’interno di colonne sonore tra cui “I soliti ignoti vent’anni dopo” e “La piovra 4. Ha partecipato come turnista a diverse produzioni televisive RAI, MEDIASET e TMC.
Registra alcuni cd di musica progressive-rock e fusion con Fabio Mariani Digital Connection, Dino Kappa Project e Tony Carnevale ed è autore di due videocassette didattiche, “Rivolgersi alle casse” e “Ciak si suona”.
Dal 1994 collabora per circa tre anni con la prestigiosa rivista specializzata “Percussioni”.
Ha suonato con l’orchestra del maestro Frizzi con la quale ha realizzato la sigla di “Miss Italia 1998”, la colonna sonora dello sceneggiato “Professione fantasma” con Massimo Lopez e la puntata dello special del Maurizio Costanzo Show dedicato alla carriera di Alberto Sordi, Vittorio Gassman, Monica Vitti. Il 7 Dicembre del 1999 si esibisce con la sinfonica di Fabio Frizzi in un concerto al teatro di Reggio Emilia che prevede un programma di importanti colonne sonore di autori come Rota, Trovaioli, Morricone.
Dal 2000 la sua attenzione si sposta principalmente sulla ricerca delle potenzialità poliritmiche e politimbriche dello strumento, tema che propone attraverso drum clinics in tutta Italia promosse in collaborazione con i suoi sponsor Tama e Ufip.
Ha partecipato ai più importanti festival per batteristi e percussionisti a livello nazionale come Percfest, Memorial Lucchini, La lunga notte della batteria e la terza edizione delle Giornate della Percussione organizzate dal M° Antonio Santangelo presso il Conservatorio Pergolesi di Fermo nel mese di Ottobre del 2005.
È il presidente dell’associazione culturale Drummers United, ovvero l’associazione dei batteristi e percussionisti italiani. È stato pubblicato dalla Carish editrice il DVD “Tempi Moderni” prodotto dall’associazione in occasione della manifestazione
organizzata nel settembre del 2003 nel quale è inclusa una sua performance live con un estratto della suite “Trance Circular Groove”.
Nel 2000 fonda il trio BFH con Lorenzo Feliciati al basso (poi sostituito con Fabrizio Sciannameo) e Mats Hedberg alla chitarra, col quale ha pubblicato il cd “The Gate”.
Nel 2009 pubblica il suo primo cd come solista intitolato “Trance Circular Groove” con ospite Derek Sherinian (Planet X, Dream Theater) alle tastiere.
Nel 2012 viene pubblicato il DVD “Batterika” Vol 2 nel quale compare una esibizione dal vivo della suite Trance Circular Groove registrata per la prima volta con la band al completo. Nel 2016 viene pubblicato il cd “The four seasons” di “Vivaldi Metal Project” progetto internazionale comprendente oltre 100 musicisti nel quale compare come batterista. Nel 2020 entra nella band “Tamura Kafka” con cui pubblica il cd “Sonmi 451”, concept album ispirato al romanzo “Cloud Atlas” di David Mitchell.
In qualità di produttore registra il cd del gruppo rock Omerthà distribuito dalla RTI nel 1997.
Firma in qualità di autore insieme a Mario Pezzolla e Marcello Villella il programma televisivo in quattro puntate intitolato “The Beatles 30 anni dopo”. Verrà realizzato e messo in onda da TMC nel 1992 in occasione del trentennale della prima uscita discografica del gruppo. Maurizio Boco sarà anche co-conduttore del programma insieme a Mario Pezzolla.
In qualità di compositore ha realizzato la colonna sonora dello spettacolo teatrale “Guardiani di porci” per la regia di Claudio Corbucci e vari commenti sonori per il DSE di RAI TRE.
Ha collaborato per circa tre anni con il Comune di Gubbio e la regione Umbria in qualità di coordinatore dei corsi di perfezionamento musicale “Gubbio in Musica” da lui ideati e diretti ottenendo l’accesso ai fondi della Comunità Europea.
È in possesso del Diploma di Teoria e Solfeggio.

Roberto Petrocchi

Ha fondato nel 1979, la Cineasti Riuniti “Cinema e Società”, con cui ha dato vita al progetto di formazione cinematografica e divulgazione culturale, che ha gettato le basi di un articolato programma di alfabetizzazione al linguaggio filmico e le sue contaminazioni artistiche, nella Scuola e l’Università.
È stato assistente alla regia di Valerio Zurlini.
Ha svolto l’attività di documentarista ed ha curato programmi culturali per la televisione.
Nel 1996 ha diretto l’episodio “Imputazione: tentato furto di… felicità”, del film collettivo “Intolerance” – Sguardi del cinema italiano sull’intolleranza”, patrocinato dall’Onu, Unicef, Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Con il suo film di fiction “L’ombra del gigante” – tratto al libro “La grande Eulalia” di Paola Capriolo, Feltrinelli Editore – ha rappresentato l’Italia al Festival Internazionale del Cinema di Berlino.
All’attività di documentarista, sceneggiatore, regista ed operatore culturale, affianca quella di docente di storia e critica del cinema e tecnica filmica.
Particolarmente attento alle tematiche d’impegno sociale, civile e solidale, ha realizzato nel 2010 la campagna di sensibilizzazione sul tema della sicurezza stradale per la Fondazione Onlus – Maurizio Cianfanelli”, con la partecipazione di Roberto Herlitzka, Valerio Mastandrea, Elena Sofia Ricci, Milena Vukotic, e ha curato la Rassegna di cortometraggi “Finalisti al Roma Film Corto”, per il Progetto “Medicinema” (2016).
È stato membro di membro di Giuria e presidente del Festival del Cinema Indipendente, del Festival delle Opere Prime, del Festival “La città in corto” di Roma ed ha presieduto la Commissione della Biennale Spazio Pubblico – Sezione Cinema.
È direttore didattico di “Cinema e Società School”.
È attualmente impegnato nella messa in scena del best seller “Oriana Fallaci, Morirò in Piedi” – Ed. Polistampa, di Riccardo Nencini – parlamentare e già vice ministro per le Infrastrutture ed i Trasporti.


Lavora con noi!

Entrare a far parte del sistema MArteLive significa diventare parte di una famiglia e un collettivo di giovani organizzatori di eventi e artisti che da 20 anni innova il panorama artistico culturale italiano con decine di progetti e iniziative spesso in origine apparentemente impossibili ma poi puntualmente realizzati.
Siamo alla continua ricerca di giovani motivati e disposti ad accettare ogni tipo di sfida e soprattutto con una naturale capacità di adattamento e problem solving.
Il mondo della cultura e dell'organizzazione di eventi è più duro di quanto si pensi. 


MArteLive | Tutti i diritti riservati © 2001 Associazione Culturale Procult | P.IVA 06937941000 | Privacy | Contatti